Una bella notizia

Dopo tanti giorni di brutte notizie per l’immagine della nostra Italia, mi riferisco per esempio ai filmati televisivi andati in onda in tutto il mondo, che facevano vedere i pullman di turisti, pochissimi che scendevano in mezzo all’immondizia in Campania, oppure le immagine dei nostri governanti che hanno fatto dell’Italia la repubblica delle banane.
Ecco finalmente ieri sera nel telegiornale una bella notizia e sono fiero di riferirla nel mio blog.
Rutelli ieri sera ha comunicato che sono riusciti a recuperare un vaso che era stato trafugato anni fa preziosissimo, testuali parole “di inestimabile valore” lo hanno recuperato in America da una collezione privata. Un grande successo della politica Italiana e di Rutelli.
Tutto questo ieri 18 gennaio 08 al telegiornale, oggi invece però, non ho sentito una parola dalla chiusura del sito italia.it.
Per chi non lo sapesse il sito italia.it doveva essere il fiore all’occhiello dell’Italia nel mondo, doveva presentare l’Italia agli straniere che cercano in Internet informazioni per le loro future vacanze nel nostro paese.
E’ costato una cifra spaventosa si parla di 45 milioni di euro, no non ho scritto male proprio 45 milioni di euro, tutti soldi che sarebbero potuti essere utilizzati per una politica del turismo seria in Italia.
Noi da tempo chiediamo una comunicazione forte e pressante in tutti i media straniere per rivalutare l’immagine dell’Italia, proprio adesso che gli stranieri stanno pensando a dove andare in vacanza e cosa succede? Chiudono anche italia.it.
Tutto il turismo Campano è in una situazione disastrosa, a Bari un collega si suicida, ricevo lettere private di agenti di viaggio Campani che mettono i brividi e noi siamo soddisfatti di aver recuperato un bel vaso e al telegiornale si parla ampiamente di questo. Mi chiedo a cosa sono serviti tutti quei soldi se oggi il portale Italia.it e chiuso.
Perché Rutelli non vende agli americani quel bel vaso di inestimabile valore e dai i soldi a chi lavora nel turismo, non si disturbi a fare una comunicazione forte ai media del mondo, ci pensiamo noi, visto che siamo abituati a veder sparire quantità immense di soldi senza che ci arrivi nessun vantaggio.
Perché non danno la possibilità ai professionisti del turismo di gestire italia.it, sicuramente sarebbe un successo rispetto a quello che è stato fino ad oggi.
Mi fermo qui, una collega diceva che non riesce nemmeno più ad arrabbiarsi, io invece sì.
In questo blog mi ero ripromesso di non parlare di certe cose, ma sono un uomo e non si può rimanere inerti e passivi davanti a certe cose.

presa da www.advitali.org

Annunci