Un commento di Nadia al mio nuovo romanzo

Copertina del romanzo "Ho visto l'amore vicino da poterlo toccare" di Giovanni Frenda

Copertina del romanzo "Ho visto l'amore vicino da poterlo toccare" di Giovanni Frenda

Il libro: è una storia d’amore dolcissima e delicata, raccontata con un linguaggio semplice. In fondo l’amore è semplice… è tutto il resto che non lo è. Una favola che ci ricorda l’importanza di essere amati ma, anche, che l’amore non è solo magia bensì e soprattutto rischio, incognita, fiducia nell’altro… Il romanzo si chiude con una speranza, con il coraggio di andare avanti nonostante tutto, con un monito nel non chiudersi nel cinismo che lascia sempre traccia di sè ad ogni storia che finisce. Ci si ritrova in quel romanzo se non perchè si è vissuto una storia simile quanto meno perchè la si cerca. E’ un ritorno ai sentimenti veri in un mondo ormai egoista, incentrato sul sesso più che sulla relazione a due dove è facile lasciarsi quando ci si stanca del proprio partner attendendo forse, anche un solo piccolo errore, per chiudere una storia lasciando l’altro perso in un sentimento che faticherà a riprovare perchè il dolore che resta a volte è più forte del desiderio di ricominciare. Il protagonista di questo romanzo vive tutte le emozioni sopra descritte ma ha dentro di sè ancora la voglia di scommetterci. Forse perchè innamorato di Amore, lo ricercherà ancora e sempre.

Annunci

Scarica il nuovo romanzo

Nell’attesa che esca la copia cartacea del nuovo romanzo “ho visto l’amore vicino da poterlo toccare” lo potete scaricare ad un prezzo simbolico di 1,50 euro.
Vi allego il link se lo scaricate mi farebbe molto piacere poi sapere se vi è piaciuto.

Clicca qui

Copertina del romanzo "Ho visto l'amore vicino da poterlo toccare" di Giovanni Frenda

Copertina del romanzo "Ho visto l'amore vicino da poterlo toccare" di Giovanni Frenda

Grazie Claudia per le tue parole sul mio libro

IL CUORE!
 
Ascolta…..lo senti battere.
Senti………..sta pulsando!
Guarda…….è rosso, come lui, come l’amore, come l’emozione che trasmette….è il CUORE!
Sì, è il cuore il protagonista di questo libro. Colui che trasmette variegate emozioni, colui che ti trasporta nel profondo e che ti fa vibrare, colui che….senza non possiamo vivere.
Giovanni ha messo il cuore in questi racconti….e si sente!
Non ti annoierò parlandoti della scrittura, riportando frasi, parlandoti dell’autore, no….questa volta non sarà il cervello ma il mio cuore a parlarti.
 
Entri in questo libro in punta di piedi e piano piano vieni avvolto dalla dolcezza, ti lasci andare, ti rilassi e vieni accolto dal calore che emanano le parole, e lentamente ogni parola scende in profondità, vibra, e ti trasporta in un attimo d’eterno.
Sì, perchè qui, in questo luogo, senti che l’amore non ha un prima e un dopo ma solo un rincontrarsi e un riconoscersi per l’eternità!
 
E’ una speranza di vita, di tante vite, sapere che il tuo amore sarà eterno ti procura un senso d’infinito ma è anche un dolce-amaro perchè…..è una ricerca continua, spasmodica, senza fine!
 
Grazie Giovanni
per la dolcezza che trasmetti e per una nuova visione della vita e dell’amore.
 
 
 

Recensione su Booksblog.it

Questa mattina mi sono svegliato con una bella sorpresa, una recensione sul mio libro “Racconti del cuore” su booksblog.it
Vi allego il link Booksblog.it
Ringrazio Booksblog.it  ed allego la recensione originale.

Racconti del cuore di Giovanni Frenda

pubblicato: martedì 04 dicembre 2007 da Manila B. su booksblog.it in: scrittori libri recensioni narrativa italiana

Che dolcezza in questi “Racconti del Cuore” di Giovanni Frenda.

E’ così – e solo così – che posso iniziare questa breve recensione per il piccolo libricino che mi è giunto qualche tempo fa.
Copertina elegante e un po’ naif, come certi libri di favole per bambini. Ma in questa piccola antologia di racconti ci sono delle favole contemporanee, dei racconti fantastici ma che parlano del presente, della vita di tutti, del cuore di tutti.
Le emozioni sono messe sotto la lente di ingrandimento ed analizzate senza mai forzarle, i sentimenti sono messi a nudo nella semplicità di storie veloci, raramente oltre le tre pagine, ma non per questo frettolose, storie che si leggono d’un batter di ciglia, prima di andare a dormire, o appena svegli.
Qualche luogo comune non manca, ma in fondo ne abbiamo sempre bisogno, fa parte di noi stessi, fa parte delle storie, di quelle che ci hanno raccontato e di quelle che vogliamo raccontare.
Con un linguaggio immediato e semplice, accessibile a tutti, ma mai banale e tantomeno elementare, l’autore ci regala un libricino da portare in borsa e leggere nelle pause del tempo. Perché è questo che questi raccontini sembrano: dei piccoli strappi nel tempo, delle fessure aperte ai sogni.