Ho parlato di politica con un vecchio politico

Veduta di Palermo Ieri scrivevo che la politica mi fa vomitare e che non amo parlare di politica specialmente in questo blog dove mi piace parlare di cose belle, di emozioni, di pensieri, di sogni, di racconti, di libri.
Mi sono ricordato però che qualche giorno fa sono andato a parlare con un uomo politico, un vecchio uomo politico, uno che ha vissuto molto della storia politica italiana degli ultimi 50 anni
Gli ho parlato della mia indifferenza nei confronti della politica e mente parlavo lui rideva, non capivo, pensavo fosse dispiaciuto di questa mio allontanamento dalla politica, mio come di tanti altri giovani o meno giovani.
Continuava a ridere in modo divertito e dopo un pò  mi ha detto.
“Sai nei piani alti della politica ogni tanto si parla delle persone come te che criticano la politica da lontano o peggio ancora che non se ne interessano e tutti si strofinano le mani”.
“Come si strofinano le mani?” ho chiesto.
“Sono tutti molto contenti che i giovani onesti, pieni di idee, pieni di voglio di cambiare il mondo e in particolare la nostra Italia siano lontani è una tecnica che loro usano per riuscire a mantenere il potere nelle loro mani”.
“Il potere nelle loro mani , una tecnica? Pensavo fosse un problema lo scollamento della gente dalla politica, non capisco”.
Continua a leggere