Grazie Claudia per le tue parole sul mio libro

IL CUORE!
 
Ascolta…..lo senti battere.
Senti………..sta pulsando!
Guarda…….è rosso, come lui, come l’amore, come l’emozione che trasmette….è il CUORE!
Sì, è il cuore il protagonista di questo libro. Colui che trasmette variegate emozioni, colui che ti trasporta nel profondo e che ti fa vibrare, colui che….senza non possiamo vivere.
Giovanni ha messo il cuore in questi racconti….e si sente!
Non ti annoierò parlandoti della scrittura, riportando frasi, parlandoti dell’autore, no….questa volta non sarà il cervello ma il mio cuore a parlarti.
 
Entri in questo libro in punta di piedi e piano piano vieni avvolto dalla dolcezza, ti lasci andare, ti rilassi e vieni accolto dal calore che emanano le parole, e lentamente ogni parola scende in profondità, vibra, e ti trasporta in un attimo d’eterno.
Sì, perchè qui, in questo luogo, senti che l’amore non ha un prima e un dopo ma solo un rincontrarsi e un riconoscersi per l’eternità!
 
E’ una speranza di vita, di tante vite, sapere che il tuo amore sarà eterno ti procura un senso d’infinito ma è anche un dolce-amaro perchè…..è una ricerca continua, spasmodica, senza fine!
 
Grazie Giovanni
per la dolcezza che trasmetti e per una nuova visione della vita e dell’amore.
 
 
 
Annunci

Ho comprato un piccolo libro

libri

libri

Ho comprato un libro mi attirava il titolo “ascolta il tuo cuore esso conosce tutte le cose”.

 

 

A casa poi ho cominciato a sfogliarlo e con sorpresa ho trovato al suo interno una dedica.

Mi sembrava di averlo sfogliato in libreria e della dedica nessuna traccia che strano .

La dedica scritta a mano dice “L’AMORE è LA GUIDA E IL CAMMINO”

Io sarò matto ma credo che i libri ci parlino, ho sfogliato ancora il libro e mi si è aperto a pag 147 ed il mio occhio è caduto su una frase, è un cuore che parla con un ragazzo:

“Per ogni uomo sulla faccia della terra c’è un tesoro che lo aspetta , disse il cuore. Noi, i cuori solitamente parliamo poco di questi tesori, perché gli uomini ormai non vogliano più trovarli, ne parliamo solo ai bambini.

Poi lasciamo che la vita indirizzi ciascuno verso il proprio destino. Ma purtroppo, soltanto pochi seguono il cammino tracciato per loro, il cammino della loro leggenda personale della felicità.

Allora noi, i cuori, parliamo a ciascuno sempre sottovoce, non tacciamo mai. E ci auguriamo che le nostre parole siano udite: non vogliamo che gli uomini soffrano perché non hanno seguito il proprio cuore.

Ma perché mai i cuori non suggeriscono agli uomini di continuare a seguire i propri sogni?

Da quel giorno il ragazzo comprese il proprio cuore e gli chiese di non abbandonarlo mai. E lo pregò, quando egli si fosse trovato lontano dai propri sogni, di stringergli il petto e mandargli così un segnale di allarme.
Il ragazzo giurò che, ogniqualvolta avesse udito questo segnale lo avrebbe ascoltato.”

Pag 53 “Ed il ragazzo pianse Pianse perché Dio era ingiusto e ripagava in questa maniera quelli che credevano nei propri sogni  Adesso sono triste ed infelice che cosa faro? Sarò più amaro e non mi fiderò più di nessuno? Odierò tutti coloro che hanno trovato un tesoro nascosto”.

Ho aperto a pag 157 “ non abbandonarti alla disperazione, altrimenti non riuscirai a parlare con il tuo cuore. Chi conosce la propria leggenda personale conosce tutto ciò che ha bisogno di conoscere. Soltanto una cosa rende impossibile un sogno: la paura di fallire.

Io non ho paura di fallire, ma non so proprio come farlo…, allora dovrai impararlo. La tu vita dipende da questo. E se non ci riuscirò? Morirai mentre starai vivendo la tua leggenda Personale. E’ assai meglio che morire come migliaia di altri uomini, che non hanno mai saputo che la  leggenda personale esiste”.

Non credo che sia un caso tutto quello che ci succede tutto quello che leggo.

Le parole lo so contano poco.

Spesso tante altre cose parlano di più di tante parole.

Adesso apro il libro per l’ultima volta Pag 143 “ASCOLTA IL TUO CUORE ESSO CONOSCE TUTTE LE COSE, perché è ORIGINATO DALL’ANIMA DEL MONDO, E UN GIORNO VI FARà RITORNO”.

Pensiero d’amore

“Anche se un giorno non potrò più vedere questo tramonto bellissimo,  non potrò più abbracciarti, non potrò più accarezzare la tua pelle,  vedere i tuoi occhi,  sentire il tuo odore, è tutto dentro al mio cuore e lo ricorderò per sempre, per sempre.”

Recensione su Booksblog.it

Questa mattina mi sono svegliato con una bella sorpresa, una recensione sul mio libro “Racconti del cuore” su booksblog.it
Vi allego il link Booksblog.it
Ringrazio Booksblog.it  ed allego la recensione originale.

Racconti del cuore di Giovanni Frenda

pubblicato: martedì 04 dicembre 2007 da Manila B. su booksblog.it in: scrittori libri recensioni narrativa italiana

Che dolcezza in questi “Racconti del Cuore” di Giovanni Frenda.

E’ così – e solo così – che posso iniziare questa breve recensione per il piccolo libricino che mi è giunto qualche tempo fa.
Copertina elegante e un po’ naif, come certi libri di favole per bambini. Ma in questa piccola antologia di racconti ci sono delle favole contemporanee, dei racconti fantastici ma che parlano del presente, della vita di tutti, del cuore di tutti.
Le emozioni sono messe sotto la lente di ingrandimento ed analizzate senza mai forzarle, i sentimenti sono messi a nudo nella semplicità di storie veloci, raramente oltre le tre pagine, ma non per questo frettolose, storie che si leggono d’un batter di ciglia, prima di andare a dormire, o appena svegli.
Qualche luogo comune non manca, ma in fondo ne abbiamo sempre bisogno, fa parte di noi stessi, fa parte delle storie, di quelle che ci hanno raccontato e di quelle che vogliamo raccontare.
Con un linguaggio immediato e semplice, accessibile a tutti, ma mai banale e tantomeno elementare, l’autore ci regala un libricino da portare in borsa e leggere nelle pause del tempo. Perché è questo che questi raccontini sembrano: dei piccoli strappi nel tempo, delle fessure aperte ai sogni.