Una bella foto del nuovo libro

“Ho visto l’amore vicino da poterlo toccare”

In questi giorni in offerta mandatemi una mail per riceverlo a 7,50

giovanni@raccontidelcuore.com

Ho visto l'amore vicino da poterlo toccare

"Ho visto l'amore vicino da poterlo toccare" l'ultimo libro di Giovanni Frenda

Annunci

Commento del mio libro tratto dal blog Stellasolitaria

tramonto

Tramonto

Scrittura semplice, stile vivace ed intrigante. Una storia d’amore reale. I protagonisti, Laura e Luca, sono due di noi, come potresti essere tu, come potrei essere io. Una lettura scorrevole che ti prende dalla prima all’ultima pagina. E’ una storia d’amore. L’amore che tutti vorremmo ricevere e che tutti vorremmo provare. Un amore sincero, che ti fa battere forte il cuore, che ti fa increspare la pelle. Un amore che ti da brivido e passione. Un amore che ti fa percepire ogni bacio, ogni carezza un bacio e una carezza unici ed indimenticabili. Un amore che fa riscoprire un nuovo volto, una nuova anima, un nuovo cuore. Un amore che ti fa sorridere sorrisi pieni di luce. Un amore che ti fa piangere lacrime amare. Un amore che ti fa urlare al vento: l’amore esiste. E così, il protagonista si ritrova su una giostra che gira alla velocità della luce in un cielo colorato, e poi catapultato in una profonda solitudine.
L’ho letto tutto ad un fiato, con le lacrime che mi scendevano sul viso e sul cuore. Poi, sull’ultima pagina ho pianto, pianto come non avevo mai pianto prima. Ho preso il telefono e ho scritto a Gio: “L’ho volato via. Sono una fontana di lacrime.E’ un amore vero e sincero. L’amore che tutti vorremmo provare. L’amore che tutti vorremmo ricevere” Io mi sono rivista nel cuore di Luca, anima errante, anima graffiata, ma che crede ancora nell’amore.
Nelle lacrime di Luca ho rivisto le mie. Nella donna che ha amato, e che amerà per ogni suo istante di vita, ho rivisto i miei fantasmi. Luca sorriderà ancora alla vita, all’amore, ma Lei rimarrà dentro di lui.
Non è semplicemente un libro, ma una meravigliosa storia d’amore. Uno di quegli amori che almeno una volta nella vita tutti vorrebbero vivere, e sperare che durino per più di un attimo. Per un attimo è stato davvero paradiso. Ma anche se l’attimo svanisce nel cuore rimane la magia di quell’attimo. Giovanni, amico mio speciale, è semplicemente fantastico e tu sei uno scrittore del cuore. Che il tuo piccolo grande sogno diventi realtà domani, perchè oggi è diventata realtà grazie a questo emozionante e vibrante scritto.

Grazie del bel commento al mio libro tratto dal blog STELLASOLITARIA.

Una nuova recensione

Una amica di anobii.com il social network sui libri ha letto il mio libro e ha inserito questa recensione che pubblico anche qui sul mio blog.

Il titolo è ben preciso: è una serie di brevi racconti del cuore, cioè dei sentimenti e delle emozioni. La maggior parte scritti in prima persona forse per dare più risalto alle emozioni descritte, i contorni soprattutto pratici sono poco dettagliati proprio perché sono più importanti le emozioni vissute, per cui i racconti possono sembrare evanescenti, irreali, ma invece risvegliano profonde riflessioni. Sono tante piccole scene appena descritte nei colori, nelle forme, nell’insieme, ma traboccanti di emozioni vissute, come la dolcezza, l’amore, la paura, la malinconia.
Ad esempio: ispira dolcezza il racconto di due lancette di un vecchio orologio che continuano ad inseguirsi per amore, ma riescono ad avvicinarsi solo grazie all’aiuto di un orologiaio; oppure la nascita di un amicizia tra un gatto ed un cane, costretti insieme in una gabbia del canile; il tempo che si commuove quando vede il futuro triste che attende due bimbi che si vogliono bene, e allora decide di aiutarli; l’amore che attraversa i secoli, e anche se cambiano le situazioni e le persone, rimane sempre un’emozione unica; la nascita di un bimbo, vissuta come un amore che viene strappato dalla sua mamma, dal suo corpo che lo ha cresciuto e all’improvviso si trova distaccato da lei fino a ritrovarla nell’abbraccio dopo la nascita; il vecchio scorbutico che si è isolato nel suo castello, e solo grazie a due bimbi ed uno specchio magico riesce a rivedere come era una volta, il suo vero essere, allegro e spensierato, e ritorna un po’ bambino; il viaggio virtuale on line, talmente perfetto da sembra reale, fa vivere intensamente sia il fisico (siamo veramente in spiaggia alle Maldive ?) che la mente (l’accompagnatrice virtuale è veramente l’amore sognato ?) ma improvvisamente la realtà irrompe a distoglierci dal nostro paradiso virtuale, perché anche se affidiamo la nostra vita interamente o quasi ad internet non possiamo comunque fare a meno della realtà, bella o brutta che sia; molto triste il giorno di Natale trascorso da chi vive in un manicomio, costretto a rispettare una festività che non comprende e contemporaneamente vive con la mente altrove; oppure, il giorno di Natale vissuto da un barbone per cui tutti i giorni sono uguali e vorrebbe invece dare un nome ad ogni singolo giorno dell’anno, così che ogni giorno possa diventare unico, diverso dagli altri, da ricordare per sempre; la cassaforte, cioè la scatola dei propri ricordi, che quando accarezziamo ci trasportano in un altro mondo, lontano e passato, mentre per tutti gli altri questi oggetti sembrano solo immondizia, oggetti inutili ed insensati.

Ladygiodesi | Jan 5, 2009

Regalate libri per Natale

Lo sto dicendo a tutti in questi giorni regalate libri.
Regalate la magia che l’autore ha messo nelle parole, le emozioni, i sogni dell’autore. Sognate, per un momento, insieme all’autore e lasciatevi trasportare nel tempo, nello spazio. E’ bello leggere e perdersi nelle emozioni che lo scrittore dipinge e immaginare o ricordare emozioni vissute e lasciare la mente e il cuore liberi di correre, di sorridere o ridere a crepapelle, o piangere e singhiozzare, lasciare la mente libera di immaginare quello che succederà nella pagina successiva.
Leggere lentamente per godere, anche fisicamente, della narrazione, oppure correre sulle parole, per scappare da un’emozione o per rincorrere l’emozione successiva e immaginare con la nostra fantasia, dare un colore, una collocazione, alle parole e alla storia.
Un mio libro a quello di qualsiasi altro scrittore è un regalo stupendo.
Clicca qui per scaricare a soli 1,50 il nuovo romanzo.
Buon Natale e buona lettura a tutti.

Alcuni stralci dal nuovo libro

Una amica, Claudia, ha letto in anteprima il nuovo romanzo “ho visto l’amore vicino da poterlo toccare” ed ha pubblicato su facebook alcuni stralci del libro, quelli che le sono piaciuti di più.

Ho pensato di pubblicarli anche qui.

Bip bip ” Sei andata via con il mio cuore”
Bip bip “stai tranquillo qui da me e al sicuro ma non te lo restituirò!”

* * *

“Ognuno ha avuto nella vita qualcuno che gli ha
calpestato il cuore, ognuno ha avuto un amico che l’ha tradito,
ognuno ha avuto una delusione sul lavoro, un uomo o una donna di
cui era innamorato perso che non lo filava, un amante che ti ha
tradito, un amore che ti ha lasciato senza fiato a pezzi al lato di una
strada senza più voglia di andare avanti.
Ma ogni volta è diverso, ogni persona è diversa e poi tutti ci siamo
rialzati e abbiamo trovato la forza di riniziare a vivere e siamo saliti
di nuovo con paura sulle montagne russe, dopo essere caduti.
L’alternativa è non salirci più rimanere giù e guardare gli altri e
quando gli altri scendono ridendo felici, raccontargli che anche noi una
volta siamo saliti, ma che poi ci è successo qualcosa di
bruttissimo abbiamo avuto paura e adesso siamo lì a guardare gli
altri. Che soddisfazione!”.

* * *

“Sai anche io sono rimasto tanto tempo sotto alle montagne russe a
guardare e tante volte ho pianto per non aver avuto la forza di salirci.
Sai quante volte avrei voluto che qualcuno mi prendesse la mano e
mi aiutasse a salire, mi stringesse la mano quando iniziavano a
muoversi e mi dicesse che era lì al mio fianco.
Ma spesso si è da soli. Io sono qui ti stringo la mano e se vuoi
saliamo assieme, sono di fianco a te, se cadi tu ti giuro, ti prometto
che ti starò vicino non scapperò, a costo di cadere con te.
Sono bravo a cadere, se apri il tuo cuore devi mettere in preventivo
che qualcuno lo possa calpestare”.

* * *

“L’amore purtroppo non lo puoi misurare, solo tu sai quanto ami e
alle volte nemmeno tu sai quanto ami una persona, spesso te ne
accorgi da quanto ti manca.
Alle volte le persone non capiscono il tuo amore, io ho un cuore
grande un po’ stropicciato, ma che sa amare, credo che anche Laura
mi abbia amato a modo suo”.

* * *

“Ho guardato il cielo, la luna, le stelle e poi il mio cuore e ho visto
che è sottile, debole, insicuro, ma pieno d’amore, ho visto che è
pieno di felicità e di gioia, ho visto che è pieno di sorrisi, ho visto te
amore, dentro al mio cuore.
Ho pensato ai tanti errori che ho fatto nella mia vita e ho capito, ho
capito che la bellezza di un fiore è adesso, solo in questo momento
poi cogliere il suo odore e puoi vedere il colore dei suoi petali.
Quanti fiori che mi sono perso nella mia vita, quante volte sono
corso davanti a loro e non mi sono fermato a sentire il loro odore, a
vederne la loro perfezione.
Quanti tramonti mi sono perso mentre correvo dietro a qualcosa che
non esiste, qualcosa che è solo nei miei ricordi e nella mia mente.
Quante lune mi sono perso e quante volte non ho ascoltato le sue
parole. Quante volte mi sono perso mentre correvo tra i vicoli dellamia
città alla ricerca del mio cuore, della mia ragione, dei miei
sentimenti, del mio orgoglio, della passione, alla ricerca della verità,
alla ricerca del successo, alla ricerca di te amore prima di trovarti?
Ora che ti ho conosciuto non voglio più dormire alla notte, voglio
guardare la luna fino a che lei non sparirà dal cielo, voglio vedere
tutte le stelle e domani voglio sfiorare tutti i fiori, ammirare la
bellezza di ciascuno di loro. Voglio ascoltare il canto degli uccelli,
voglio ascoltare il mio cuore che mi parla di te del sentimenti che in
questo momento mi fanno piangere lacrime salate, lacrime che
escono dal cuore e lo rendono arido, lacrime che scivolano sul mio
viso insieme ai miei sogni che avevo costruito insieme a te sogni di
gioia di amore si serenità.”

* * *
by Giovanni Frenda

Ho comprato un piccolo libro

libri

libri

Ho comprato un libro mi attirava il titolo “ascolta il tuo cuore esso conosce tutte le cose”.

 

 

A casa poi ho cominciato a sfogliarlo e con sorpresa ho trovato al suo interno una dedica.

Mi sembrava di averlo sfogliato in libreria e della dedica nessuna traccia che strano .

La dedica scritta a mano dice “L’AMORE è LA GUIDA E IL CAMMINO”

Io sarò matto ma credo che i libri ci parlino, ho sfogliato ancora il libro e mi si è aperto a pag 147 ed il mio occhio è caduto su una frase, è un cuore che parla con un ragazzo:

“Per ogni uomo sulla faccia della terra c’è un tesoro che lo aspetta , disse il cuore. Noi, i cuori solitamente parliamo poco di questi tesori, perché gli uomini ormai non vogliano più trovarli, ne parliamo solo ai bambini.

Poi lasciamo che la vita indirizzi ciascuno verso il proprio destino. Ma purtroppo, soltanto pochi seguono il cammino tracciato per loro, il cammino della loro leggenda personale della felicità.

Allora noi, i cuori, parliamo a ciascuno sempre sottovoce, non tacciamo mai. E ci auguriamo che le nostre parole siano udite: non vogliamo che gli uomini soffrano perché non hanno seguito il proprio cuore.

Ma perché mai i cuori non suggeriscono agli uomini di continuare a seguire i propri sogni?

Da quel giorno il ragazzo comprese il proprio cuore e gli chiese di non abbandonarlo mai. E lo pregò, quando egli si fosse trovato lontano dai propri sogni, di stringergli il petto e mandargli così un segnale di allarme.
Il ragazzo giurò che, ogniqualvolta avesse udito questo segnale lo avrebbe ascoltato.”

Pag 53 “Ed il ragazzo pianse Pianse perché Dio era ingiusto e ripagava in questa maniera quelli che credevano nei propri sogni  Adesso sono triste ed infelice che cosa faro? Sarò più amaro e non mi fiderò più di nessuno? Odierò tutti coloro che hanno trovato un tesoro nascosto”.

Ho aperto a pag 157 “ non abbandonarti alla disperazione, altrimenti non riuscirai a parlare con il tuo cuore. Chi conosce la propria leggenda personale conosce tutto ciò che ha bisogno di conoscere. Soltanto una cosa rende impossibile un sogno: la paura di fallire.

Io non ho paura di fallire, ma non so proprio come farlo…, allora dovrai impararlo. La tu vita dipende da questo. E se non ci riuscirò? Morirai mentre starai vivendo la tua leggenda Personale. E’ assai meglio che morire come migliaia di altri uomini, che non hanno mai saputo che la  leggenda personale esiste”.

Non credo che sia un caso tutto quello che ci succede tutto quello che leggo.

Le parole lo so contano poco.

Spesso tante altre cose parlano di più di tante parole.

Adesso apro il libro per l’ultima volta Pag 143 “ASCOLTA IL TUO CUORE ESSO CONOSCE TUTTE LE COSE, perché è ORIGINATO DALL’ANIMA DEL MONDO, E UN GIORNO VI FARà RITORNO”.

Un altra piccola recensione dove si parla del mio libro

Foto copertina libro racconti del cuore di Giovanni Frenda“Come è strano il mondo, pensò, nei momenti peggiori quando non ti aspetti niente spesso trovi qualcosa che ti sorprende e ti dà la forza di sorridere e di continuare a vivere e spesso tutto questo ti arriva da chi non ti saresti mai sognato”. Ecco lo spirito che pervade i racconti di Giovanni Frenda. Possono sembrare fiabe, le prime due per bambini, le altre per adulti, in cui pervade l’attesa che si compia qualcosa di unico e degno di essere ricordato. Ma c’è anche rimpianto, nostalgia, speranza, nelle parole semplici e lievi dell’autore che lasciano indovinare una grande sensibilità, ma anche un senso di incompiutezza. Sta cercando qualche cosa Giovanni Frenda, forse semplicemente l’equilibrio fra il sogno e la realtà… <!– –>

Di seguito allego il link .

http://cartaecalamaio.splinder.com/post/17411761/Racconti+del+cuore+-+Giovanni+

 

Fiera del libro

Sabato 10 maggio e domenica 11 sarò alla fiera del libro di Torino.

Dopo due anni dalla presentazione del libro “racconti del cuore” eccomi di nuovo alla fiera del libro di Torino. Questa volta alla ricerca di un nuovo editore per il nuovo romanzo.
Se siete anche voi alla fiera spero di incontrarvi ciao

 mongolfiere

Recensione su Booksblog.it

Questa mattina mi sono svegliato con una bella sorpresa, una recensione sul mio libro “Racconti del cuore” su booksblog.it
Vi allego il link Booksblog.it
Ringrazio Booksblog.it  ed allego la recensione originale.

Racconti del cuore di Giovanni Frenda

pubblicato: martedì 04 dicembre 2007 da Manila B. su booksblog.it in: scrittori libri recensioni narrativa italiana

Che dolcezza in questi “Racconti del Cuore” di Giovanni Frenda.

E’ così – e solo così – che posso iniziare questa breve recensione per il piccolo libricino che mi è giunto qualche tempo fa.
Copertina elegante e un po’ naif, come certi libri di favole per bambini. Ma in questa piccola antologia di racconti ci sono delle favole contemporanee, dei racconti fantastici ma che parlano del presente, della vita di tutti, del cuore di tutti.
Le emozioni sono messe sotto la lente di ingrandimento ed analizzate senza mai forzarle, i sentimenti sono messi a nudo nella semplicità di storie veloci, raramente oltre le tre pagine, ma non per questo frettolose, storie che si leggono d’un batter di ciglia, prima di andare a dormire, o appena svegli.
Qualche luogo comune non manca, ma in fondo ne abbiamo sempre bisogno, fa parte di noi stessi, fa parte delle storie, di quelle che ci hanno raccontato e di quelle che vogliamo raccontare.
Con un linguaggio immediato e semplice, accessibile a tutti, ma mai banale e tantomeno elementare, l’autore ci regala un libricino da portare in borsa e leggere nelle pause del tempo. Perché è questo che questi raccontini sembrano: dei piccoli strappi nel tempo, delle fessure aperte ai sogni.