Una giornata invernale con la neve

Esito della votazione della copertina

Volevo ringraziare tutti gli amici che hanno dato la loro preferenza alla copertina per il mio nuovo romanzo.
Ieri ho fato i conti dei voti.

Avete votato in tanti, molti su Facebook e tanti anche sul mio blog.

Alla fine, la copertina che ha ottenuto più voti è quella della porta bianca, con la maniglia a forma di cuore.

Credo che rappresenti bene il libro.

La porta rende l’idea di un qualcosa che lasci alle tue spalle e dà l’idea dell’incertezza del futuro, non sai mai al di la della porta cosa troverai.
Forse l’amore è proprio lì, al di la, per saperlo devi aprirla ed avere la forza, il coraggio di farlo e vivere quello che ti accadrà.
Spesso ci vuole coraggio, perché potrebbe non esserci niente e questa forse è la paura di tanti e anche la paura del protagonista che chiude dietro di sè la porta ad un grande amore.

Grazie di cuore a tutti.

Terza copertina

Terza copertina

Alcuni stralci dal nuovo libro

Una amica, Claudia, ha letto in anteprima il nuovo romanzo “ho visto l’amore vicino da poterlo toccare” ed ha pubblicato su facebook alcuni stralci del libro, quelli che le sono piaciuti di più.

Ho pensato di pubblicarli anche qui.

Bip bip ” Sei andata via con il mio cuore”
Bip bip “stai tranquillo qui da me e al sicuro ma non te lo restituirò!”

* * *

“Ognuno ha avuto nella vita qualcuno che gli ha
calpestato il cuore, ognuno ha avuto un amico che l’ha tradito,
ognuno ha avuto una delusione sul lavoro, un uomo o una donna di
cui era innamorato perso che non lo filava, un amante che ti ha
tradito, un amore che ti ha lasciato senza fiato a pezzi al lato di una
strada senza più voglia di andare avanti.
Ma ogni volta è diverso, ogni persona è diversa e poi tutti ci siamo
rialzati e abbiamo trovato la forza di riniziare a vivere e siamo saliti
di nuovo con paura sulle montagne russe, dopo essere caduti.
L’alternativa è non salirci più rimanere giù e guardare gli altri e
quando gli altri scendono ridendo felici, raccontargli che anche noi una
volta siamo saliti, ma che poi ci è successo qualcosa di
bruttissimo abbiamo avuto paura e adesso siamo lì a guardare gli
altri. Che soddisfazione!”.

* * *

“Sai anche io sono rimasto tanto tempo sotto alle montagne russe a
guardare e tante volte ho pianto per non aver avuto la forza di salirci.
Sai quante volte avrei voluto che qualcuno mi prendesse la mano e
mi aiutasse a salire, mi stringesse la mano quando iniziavano a
muoversi e mi dicesse che era lì al mio fianco.
Ma spesso si è da soli. Io sono qui ti stringo la mano e se vuoi
saliamo assieme, sono di fianco a te, se cadi tu ti giuro, ti prometto
che ti starò vicino non scapperò, a costo di cadere con te.
Sono bravo a cadere, se apri il tuo cuore devi mettere in preventivo
che qualcuno lo possa calpestare”.

* * *

“L’amore purtroppo non lo puoi misurare, solo tu sai quanto ami e
alle volte nemmeno tu sai quanto ami una persona, spesso te ne
accorgi da quanto ti manca.
Alle volte le persone non capiscono il tuo amore, io ho un cuore
grande un po’ stropicciato, ma che sa amare, credo che anche Laura
mi abbia amato a modo suo”.

* * *

“Ho guardato il cielo, la luna, le stelle e poi il mio cuore e ho visto
che è sottile, debole, insicuro, ma pieno d’amore, ho visto che è
pieno di felicità e di gioia, ho visto che è pieno di sorrisi, ho visto te
amore, dentro al mio cuore.
Ho pensato ai tanti errori che ho fatto nella mia vita e ho capito, ho
capito che la bellezza di un fiore è adesso, solo in questo momento
poi cogliere il suo odore e puoi vedere il colore dei suoi petali.
Quanti fiori che mi sono perso nella mia vita, quante volte sono
corso davanti a loro e non mi sono fermato a sentire il loro odore, a
vederne la loro perfezione.
Quanti tramonti mi sono perso mentre correvo dietro a qualcosa che
non esiste, qualcosa che è solo nei miei ricordi e nella mia mente.
Quante lune mi sono perso e quante volte non ho ascoltato le sue
parole. Quante volte mi sono perso mentre correvo tra i vicoli dellamia
città alla ricerca del mio cuore, della mia ragione, dei miei
sentimenti, del mio orgoglio, della passione, alla ricerca della verità,
alla ricerca del successo, alla ricerca di te amore prima di trovarti?
Ora che ti ho conosciuto non voglio più dormire alla notte, voglio
guardare la luna fino a che lei non sparirà dal cielo, voglio vedere
tutte le stelle e domani voglio sfiorare tutti i fiori, ammirare la
bellezza di ciascuno di loro. Voglio ascoltare il canto degli uccelli,
voglio ascoltare il mio cuore che mi parla di te del sentimenti che in
questo momento mi fanno piangere lacrime salate, lacrime che
escono dal cuore e lo rendono arido, lacrime che scivolano sul mio
viso insieme ai miei sogni che avevo costruito insieme a te sogni di
gioia di amore si serenità.”

* * *
by Giovanni Frenda

Vota la copertina che preferisci per il mio prossimo romanzo

  

Il mio amico Dario Bertoli ha creato tre bellissime copertine per la prossima uscita del mio nuovo romanzo.
Ho pensato a quale delle tre rappresentasse meglio le emozioni del nuovo romanzo, poi ho pensato di far decidere a voi, gli amici che mi seguono e che ogni tanto mi leggono qui sul mio blog.
Per aiutarvi a scegliere vi racconto un po’ la trama del romanzo.
Non è facile riassumere un romanzo senza banalizzarne la storia.
Come si desume dal titolo è una storia d’amore.
Il protagonista si trova in aereo partito per un lungo viaggio che lo allontana da questo amore, un amore pieno, emozionante, forte, che nasce per caso da un sms mandato alla persona sbagliata e mentre viaggia racconta la storia ad una ragazza seduta al suo fianco.
La sua storia si incrocia con quella della ragazza che ha appena conosciuto, insieme alle sue paure, alle sue aspettative, alle sue emozioni, ai suoi ricordi.
Tutto inizia con una piccola bustina che ti avverte di un messaggio sul tuo cellulare e poi?  E poi, dietro a questo piccolo messaggio Luca scopre un amore, un amore grande, un amore che lo fa volare in cielo, un amore che forse ognuno di noi ha vissuto, oppure quello che ognuno di noi vorrebbe vivere.
Ora però Luca si torva solo, su un aereo e sta viaggiando verso un nuovo mondo, verso una nuova vita, porta con se poche cose, un ricordo e delle emozioni che non scorderà  mai, una cicatrice sul suo braccio ed una sul fianco che stanno guarendo ed una invece nel cuore che non guarirà, forse mai più.
La vita è strana e spesso ti volta le spalle, ti lascia senza respiro, senza forze, e Luca questo lo sa, l’ha vissuto, vivere l’amore più grande e poco dopo il dolore più forte, un dolore che pensi non passerà mai e poi, all’improvviso, ti volti e ti accorgi che la vita non è finita, che dietro ad un angolo buio c’è una luce che ti scalda, una luce che ti tende la mano e ti dice  “Luca guarda le tue mani, stringono le mie, le tue carte le hai in mano, adesso gioca, testardo gioca e non pensare più a niente, pensa solo a me”.
 
Ditemi quale di queste copertine vi emoziona di più, quale preferite .