NO MADE IN CINA FINO CHE NON LIBERATE IL TIBET

Bandiera del Tibet 

Sono molto preoccupato per i nostri fratelli Tibetani, sono convinto come sempre che prevarranno gli aspetti politici ed economici e il Tibet tra pochi giorni sarà dimenticato.
Ho sentito parlare di boicottare le olimpiadi? Fa ridere questa affermazione, gli stati non lo faranno mai.
Sapete che metà delle banche americane sono state comprate dai cinesi.
Credete che sia possibile boicottare un business cosi grosso come le olimpiadi.
Solo noi possiamo scegliere, non gli stati che sono legati ad interessi economici troppo importanti e allora io dico:

NO MADE IN CINA SE NON LIBERATE IL TIBET

Quando andiamo a fare la spesa perdiamo qualche minuto a guardare dove è stato prodotto il bene che stiamo comprando, se è stato prodotto in cina prendiamone un altro, magari prodotto in India o in qualche paese africano, paesi che hanno sicuramente più bisogno del nostro aiuto, solo intervenendo sul sistema economico possiamo cambiare qualcosa.
Purtroppo però a tante persone non interessa il Tibet, i diritti umani, la libertà (fino a che non la tolgono a lui) e quindi non applicheranno il:
 NO MADE IN CINA SE NON LIBERATE IL TIBET
Io nel mi piccolo ci provo e mi impegno a scrivere all’ambasciata cinese questa frase:
NO MADE IN CINA SE NON LIBERATE IL TIBET
Mi impegno a non comprare più beni prodotti in cina fino a che non libereranno il Tibet.
Se sei d’accordo con questa frase mandala all’ambasciata e segna qui il tuo nome.

Ambasciata di Cina
00198 Roma – Via Bruxelles 56
tel: 06-8413458 – fax: 06-8442275
Ambasciatore: Wuming Lian Consolato cinese (Milano)

Oppure

Consolato cinese (Milano)
Indirizzo VIA BENACO 4 20139 MILANO (ITALIA)
Tel +39-02-5520306, +39-02-5694106
Fax +39-02-5694131 (Cancelleria) ; +39-02-533257   (Sezione Consolare)
http://www.consolatocinami.it/italian/index.html
Console Generale: Ming Junfu 

OGGI LA CINA HA ESPULSO GLI ULTIMI DUE GIORNALISTI STRANIERI CHE ERANO IN TIBET.

Mi chiedo se non hanno niente da nascondere, perché hanno espulso tutti i giornalisti?
Perché stanno oscurando internet?
Il problema è che i tempi sono stretti, in poco tempo faranno sparire i monaci che stanno protestando e tutto sarà finito nel silenzio della politica.

I cinesi hanno fretta di mettere a tacere tutto e non credo che useranno i guanti di velluto per far finire la protesta.

Mi dispiace non poter fare di più.  

tibet.jpg

foto tibet

Annunci

8 thoughts on “NO MADE IN CINA FINO CHE NON LIBERATE IL TIBET

  1. Anche il mio cuore è con il Tibet e con i fratelli del Tibet: un popolo pacifico che, a quanto mi risulta, è sempre vissuto nel rispetto degli uomini e della Terra, e la cui terra invece è stata devastata dall’invasione cinese.
    Non so quanto boicottare i prodotti cinesi possa essere utile, e non so neanche quanto possa essere giusto danneggiare economicamente persone che potrebbero essere estranee alle scelte governative. Secondo me invece bisogna insistere sul boicottare le Olimpiadi: quello sì che sarebbe un messaggio politico di portata mondiale… e il danno economico che comunque ne conseguirebbe, ve lo immaginate? Altro che non comprare la sciarpetta o la magliettina da due o tre euro!

  2. Hai ragione, credi che i governi siano disponibile ad un boicottaggio delle olimpiadi.
    La cina è troppo potente per averla come nemica e nessuno stato lo farà mai.
    Quello dello sterminio di un popolo, quello Tibetano è un piccolo male da sopportare con “dispiacere” per tutti i governi del mondo per il benessere sconomico e in nome dell’economia e della politica.

  3. E infatti i governi non lo faranno mai, ma i popoli possono, gli atleti possono. E se gli atleti si rifiutano di partecipare, salvano capra e cavoli: si boicottano le Olimpiadi senza che gli Stati debbano ufficialmente assumere una posizione che gli si ritorcerebbe contro.

  4. Speriamo ma le pressioni sugli atleti saranno fortissima e non sarà facile per un atleta che si allena da anni per questo evento scegliere di non andare a Pechino e li capsico.

  5. Io invece non li capisco: perché se il fatto di essersi allenati per anni e il desiderio di partecipare e vincere sono una spinta più forte della solidarietà umana, della lotta per i principi e per la giustizia, dell’opposizione determinata alla strage di un popolo, allora mi suscitano solo schifo. Il tutto muscoli e ambizione e niente cervello, niente umanità, niente principi, niente solidarietà, niente senso di giustizia, non mi ispirano nulla di buono.

    *** A me piacciono i muscoli messi a tutela del prossimo ***

  6. Io ho fatto sport a livello agonistico e forse se mi avessero chiesto a 18 anni se fosse giusto boicottare o andare alla olimpiadi per la prima volta non so cosa avrei scelto. Sinceramente oggi saprei cosa fare ma a 18 anni dopo tanti sacrifici non lo so sinceramente.

  7. A tutti e a donnaemadre
    Non comprare cinese è la mia parola d’ordine per tutti i giorni che verranno.
    Cara donnaemadre se un cinese sta commerciando è perchè è totalmente in sintonia con il proprio governo .
    Se non lo fosse non starebbe commerciando .
    STOP MADE IN CINA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...