La felicità è una bella abitudine

Foto mare

Annunci

4 thoughts on “La felicità è una bella abitudine

  1. PENSA A

    Pensa a una delicata morbidezza. Pensa a una nuvola,
    non per quello che è,vapore e aria,ma per come
    l’immaginazione la domina,la nomina,la trattiene
    in bilico sull’orlo della mente. Pensa a un passerotto,
    non ancora capace di buttarsi nel volo ma che confida
    nella spinta e nello slancio di chi l’ha generato. Osserva
    le sfumature di pastello, l’opale dei soli al tramonto,
    e come gli alberi si oscurano in ogni trama
    e ombra di verde. Pensa al primo timido amore
    che non osa dire quello che pensa di vedere ma aspetta
    in un librarsi felice, non ancora nel fondo del desiderio.
    Pensa alla gioia concreta di un bimbo sulla spiaggia
    non ancora diviso dal luogo da dove guada o come
    si incolla alle conchiglie o le scaglia di nuovo in una
    pozza della roccia.
    Pensa ai quadri e alle loro decise trasformazioni,
    ritratti che calmano il volto congestionato di un uomo
    o una donna che si contempla in uno specchio. E infine,
    pensa ai primi invitanti accordi di una musica,
    il primo fiero attacco dei violini,poi il suono dei corni,
    e poi sii grato per come la mente può danzare
    in mezzo e attorno e sotto le parole e rallegrati
    e sappi che questo non è un caso.

  2. bella questa frase…noi che siamo abituati a piangerci addosso…a dire: ma io ho sofferto…sono intrappolato nel mio passato…ho tanti problemi…miiiiiiiiiiiiii……perchè non ci abituiamo a dire: sono felice perchè ho tutto…sono felice perchè sono sano forte e non mi manca niente…sono felice perchè sono qui a raccontarvela…dobbiamo abituarci a vedere il bicchiere mezzo pieno e non mezzo vuoto …bello questo motto lo faro’ mio

  3. Ci sono cose che nessuno ci ha insegnato nella vita.
    Tra queste l’importanza dei nostri pensieri.
    Noi siamo gli artefici dei nostri pensieri e i nostri pensieri influenzano la nostra vita e determinano la nostra felicità.
    Un discorso complesso?
    Quindi noi siamo gli artefici della nostra felicità.

  4. un giorno Diemme mi ha scritto: tu che scrivi sempre di essere felice sillo veramente…e poco dopo ho capito che era ora di partire…il sentiero era li ma era buio,,,poi una luce forte ha illuminato il sentiero e io sono partita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...