Un momento di lutto e tristezza

foto

Ho appena saputo di un collega, che non conoscevo di persona, che si è suicidato davanti alla chiesa del suo paese.
Si è dato fuoco ed è morto.
Era un collega che aveva avuto dei problemi finanziari, si parla di cifre non alte, ma non ha retto alla tensione che durava da tempo, alla vergogna nel non mantenere gli impegni che si era preso.
Ero un uomo di parola e il non poterla rispettare lo ha portato al suicidio.
Che tristezza, sarebbe bastato probabilmente un piccolo aiuto di un amico o forse anche solo parlare.
Ma nel nostro modo di vivere pensiamo ai nostri problemi e non a quelli degli altri.
Siamo egoisti e semmai evitiamo chi ha problemi, per non essere coinvolti.Che tristezza, siamo tutti intenti a vivere la nostra vita senza accorgerci dei problemi di chi vive di fianco a noi.Forse dovrebbe essere di esempio una persona che si suicida vinto dalla vergogna nel non poter adempiere agli impegni che aveva preso.
Lo paragono alle persone che in questi giorni sono alla ribalta dei media, personaggi famosi, politici che invece non si vergognano di niente e mi viene una profonda tristezza.

Vedo alla televisione questi personaggi, uomini d’affari, politici che ti parlano senza vergognarsi di niente, mi sembrano tanto quei bimbi presi con le mani nella marmellata con la bocca ancora sporca di “nutella” che ti dicono io no, ma cosa dici, la differenza è che i bimbi lo dicono con l’ingenuità mentre loro ti prendono in giro, con malafede, cattiveria, l’arroganza di chi non deve chiedere mai, di chi può ed è al di sopra delle regole, della gente, di tutti.
Tu sei un merda e non hai nessun diritto in confronto a loro.

Penso ai fallimenti famosi che sono finiti con gli amministratori sorridenti agli arresti domiciliari in ville faraoniche, con super macchine intestate alla nonna, mentre un uomo si è suicidato per poche migliaia di euro.

Peccato è  vero che l’erba cattiva non muore mai.

Sono molto triste per tutto questo, avrei voluto dire forza Vittorio, resisti i tuoi colleghi ti sono vicino, ma non ho avuto la possibilità di dirtelo e adesso nessuno ti può più aiutare.

Annunci

One thought on “Un momento di lutto e tristezza

  1. Caro Giò….
    hai ripreso a scrivere, e sarebbe stato meglio che non fosse stato questo il motivo che ti ha spinto a farlo. E’ troppo vero tutto quello che hai scritto. Purtroppo.
    Sono vicina a tutte le persone per cui la parola “onore” ha ancora un senso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...